Andre Kole 'cammina' sull'acqua

  

 

 

 

Descrizione

 

In questo video, Kole vuole dimostrare di essere capace di camminare anche lui sull’acqua. Andre Kole è un illusionista americano di fama mondiale. In base a quello che viene detto su Charisma Magazine egli è un Cristiano nato di nuovo. Così viene raccontata la sua conversione a Cristo. Egli diventò un mago e dopo essersi laureato in psicologia alla Università Statale dell’Arizona negli ultimi anni ‘50 mise su una compagnia di illusione che ebbe molto successo. Presto però scoprì che il successo mondano non gli avrebbe portato una felicità duratura. Allora Dio cominciò a rivelare il sentiero inusuale che lui avrebbe seguito per trovare Cristo. ‘Qualcuno mi sfidò, io che ero un mago e uno scettico, a fare delle investigazioni sui miracoli di Cristo’, dice Kole. ‘Questo era importante perché Gesù diceva di essere Dio. Per confermare ciò Egli disse in Giovanni 10:24-25: “Non credete alle Mie parole se non compio i miracoli che Dio solo può fare’ (così le cita Kole queste parole). Dal punto di vista magico e psicologico, Kole sospettò, aveva senso che se i miracoli erano veri allora Gesù diceva la verità. E per contrasto egli si aspettava che se i miracoli venivano dimostrati come falsi, allora egli avrebbe riconosciuto che Gesù era il più grande mago di sempre. ‘La maggior parte degli atei cercano di spiegare i miracoli dicendo che Gesù era solo un mago, che faceva semplicemente degli abili trucchi di magia’ spiega Kole. ‘Il problema è – io sono un mago. Io so quello che un mago può fare e quello che non può fare’. Kole investigò sui miracoli di Gesù per mesi. Progressivamente egli eliminò ogni possibilità di una qualche forma di mesmerismo, ipnosi e qualsiasi altro mezzo di inganno. Alla fine egli fu d’accordo con quel capo dei Giudei di nome Nicodemo che disse a Gesù: “Nessuno può fare questi miracoli che tu fai, se Dio non è con lui” (Giovanni 3:1-2). A quel punto Kole smise di mettere in dubbio l’autenticità delle affermazioni di Gesù. Kole pensa che l’illusionismo sia un valido mezzo per comunicare il Vangelo al mondo (ha condiviso la sua fede – tramite i suoi ‘giochi di illusionismo’ - con più di 250 milioni di persone nel mondo, in 76 nazioni; viene invitato da tantissime Chiese Evangeliche a compiere le sue illusioni). Kole afferma che tutti coloro che in questo mondo pretendono di avere poteri occulti in effetti non fanno altro che praticare l’illusionismo, perché lui – che dice di non ricorrere a poteri occulti provenienti da Satana – riesce a fare le stesse cose dei maghi. In sostanza, lui dice, c’è semplicemente il trucco dietro queste cosiddette soprannaturali manifestazioni, non il potere del diavolo!!! Nel 2003 durante una sua visita in Giamaica offrì 1 milione di dollari al pastore Donald Stewart se questo gli avesse provato che Satana dà poteri soprannaturali. Leggi l'articolo in inglese . Il suo scopo è dunque quello di smascherare coloro che sostengono di avere ricevuto dei poteri occulti da parte dei demoni.

Ora che alcuni che dicono di praticare le arti occulte usino solo dei trucchi per fare quello che fanno è indubbio, ma è indubbio anche che molti di loro hanno veramente dei poteri occulti che procedono dal diavolo, perché questo insegna la Scrittura. Per cui quello che lui insegna è diabolico e molto pericoloso, perché attribuisce qualsiasi forma di manifestazione soprannaturale non procedente da Dio all’abilità degli uomini. C’è poi da dire un’altra importante cosa, e cioè che un credente non può in nessuna maniera ricorrere all’illusionismo – cioè a giochi di prestigio o a trucchi che non hanno bisogno di poteri occulti dal diavolo per essere esercitati ma solo di una grande abilità – perché a coloro che li vedono vengono presentate delle cose non vere, perché le cose in effetti non sono come appaiono. In altre parole, chi ricorre ai giochi di prestigio ricorre alla menzogna, ad una forma di male, e un Cristiano non può usare nessuna forma di male o menzogna per presentare il Vangelo. Gesù e gli apostoli fecero dei veri miracoli, che servirono a confermare la loro parola; quelli occorre usare – ma per farlo naturalmente occorre avere ricevuto i doni dello Spirito Santo – non i giochi di prestigio che sono solo vanità e menzogne. Quindi, anche ammettendo che Andre Kole non usi poteri occulti (cosa che non escludo perché io credo che una qualche forma di magia lui la pratichi), le cose che lui fa sono menzogne, e quindi vanno rigettate senza esitazione, perché il padre della menzogna è il diavolo, è lui il padre dell’illusionismo non Dio.

 

 

Indietro