Le ADI hanno manipolato i libri di Charles Spurgeon

4 - ‘Meditazioni del Mattino e della Sera’ -

BD21318_

 

 

Fratelli nel Signore, ecco ora alcune delle manomissioni presenti (perché ce ne sono altre) nel libro di Spurgeon ‘Meditazioni del Mattino e della Sera’, che come vedrete concernono massimamente la dottrina dell’elezione, o del proponimento dell’elezione di Dio, odiata e disprezzata dalle ADI. La scoperta di queste manomissioni è stata susseguente e consequenziale a quella fatta sul libro ‘Solo per Grazia’, perché quando abbiamo visto quale scempio era stato fatto su ‘Solo per Grazia’ abbiamo ritenuto molto probabile che una cosa simile fosse stata fatta anche sulle Meditazioni di Spurgeon, ed essendoci procurati una copia di quest’altro libro abbiamo appurato che in effetti anche in questo caso il testo in italiano è stato fortemente manomesso da ADI-Media.

Le rendiamo note per confermarvi la disonestà, slealtà e falsità con cui hanno agito quelli di ADI-Media nei confronti degli scritti di Charles Spurgeon.

Il libro PDF in inglese è qua.

 

 

1 Gennaio (Sera) – Quando il verbo ‘ordinare’ diventa ‘chiamare’

 

Spurgeon afferma: ‘We are ordained to be the minstrels of the skies, let us rehearse our everlasting anthem before we sing it in the halls of the New Jerusalem’.

La traduzione è: ‘Noi siamo ordinati ad essere i cantori dei cieli, ripetiamo il nostro eterno canto, prima di cantarlo nelle stanze della Nuova Gerusalemme’.

Le ADI hanno messo così: ‘Siamo chiamati ad essere cantori del cielo, esprimiamo fin d’ora il nostro canto, prima di elevarlo nelle stanze della Nuova Gerusalemme’ (Charles Haddon Spurgeon, Meditazioni del Mattino e della Sera, ADI-Media, seconda ristampa, 2009, pag. 7  – da ora in avanti userò la sigla MMS).

C’è differenza tra essere ordinati ed essere chiamati? Certo, e anche le ADI lo sanno molto bene, ma siccome a loro dà fastidio questo verbo quando leggono che Dio ci ha ordinato ad essere o a fare qualcosa, allora se possono lo fanno sparire volentieri, come hanno fatto qua.

 

 

7 Gennaio (Sera) – Qualche ritocco per nascondere che eravamo gli eletti di Dio ancora prima di essere salvati

 

Spurgeon afferma: ‘His delights were with the sons of men,” because those sons of men were his own chosen ones. He, the Shepherd, sought the sheep, because they were his sheep; he has gone about “to seek and to save that which was lost,” because that which was lost was his long before it was lost to itself or lost to him’.

La traduzione è: ‘Egli si rallegrava per i figliuoli degli uomini’ [lett: le Sue delizie o gioie erano con i figliuoli degli uomini], perché quei figliuoli degli uomini erano i suoi propri eletti. Egli, il Pastore, cercò le pecore, perché esse erano le sue pecore; Egli è andato attorno ‘per cercare e salvare ciò che era perduto’, perché ciò che era perduto era Suo molto tempo prima che esso fosse perduto per sé stesso o perduto per lui’.

Le ADI hanno messo così: ‘Trovavo la mia gioia tra i figliuoli degli uomini’ (Prov. 8:31), perché Lui li aveva scelti. Egli, il Pastore, cercava le pecore, perché esse Gli appartenevano. Andò attorno ‘a cercare e salvare quella che era perduta’, poiché anche quella era Sua’ (MMS, pag. 19)

Notate come è bastato qualche ritocco per nascondere il concetto che molto tempo prima che noi fossimo salvati, eravamo di Dio, o meglio pecore di Dio, essendo i Suoi eletti, secondo che disse Gesù dei suoi discepoli al Padre: “Erano tuoi, e tu me li hai dati” (Giovanni 17:6). Non è evidente che le parole di Spurgeon tradotte letteralmente hanno un significato molto più chiaro? Ma le ADI hanno dovuto renderle molto meno chiare, perché per loro noi non siamo stati scelti individualmente prima che fossimo salvati. Per loro si diventa eletti di Dio quando si crede e quindi quando si viene salvati. Per Spurgeon invece gli eletti di Dio sono tali ancora prima che credano, e credono appunto perché sono stati innanzi eletti da Dio. 

 

 

12 Gennaio (Mattino) – Una omissione ‘utile’ a nascondere che siamo di Cristo perchè il Padre ci ha donati a Cristo

 

Spurgeon in questa meditazione dal titolo ‘ … voi siete di Cristo’, afferma all’inizio: ‘Ye are Christ's.” You are his by donation, for the Father gave you to the Son; his by his bloody purchase, ….’

La traduzione è: ‘Voi siete di Cristo. Voi siete Suoi per donazione, perché il Padre vi diede al Figliuolo; Suoi per mezzo del suo acquisto fatto con il suo sangue, …..’.

Le ADI hanno messo così: ‘Tu Gli appartieni come dono, sei stato riscattato mediante il sangue di Cristo, ….’ (MMS, pag. 28).

Notate l’astuzia delle ADI; come – togliendo ‘perché il Padre vi diede al Figliuolo’ - sono riusciti a nascondere che i credenti sono di Cristo perché gli sono stati donati da Dio, secondo che disse Gesù al Padre: “Erano tuoi e tu me li hai dati” (Giovanni 17:6), ed ai Giudei: “Tutto quel che il Padre mi dà, verrà a me; e colui che viene a me, io non lo caccerò fuori” (Giovanni 6:37). Questo perché i credenti sono stati eletti in Cristo prima della fondazione del mondo, e quindi vengono donati a Cristo e devono venire a Lui affinché entrino a far parte del popolo di Dio che è sulla terra. Ma siccome le ADI non credono a questo, allora hanno ‘dovuto’ omettere quella piccola frase, la cui assenza rende pressoché incomprensibile al lettore cosa abbia voluto dire Spurgeon. E’ veramente vergognoso tutto ciò.

 

 

14 Gennaio (Mattino) – ‘Cristo è capace di far ravvedere gli uomini’ è sparito

 

Spurgeon afferma: ‘Christ is not only “mighty to save” those who repent, but he is able to make men repent’.

La traduzione è: ‘Cristo non è soltanto ‘potente a salvare’ coloro che si ravvedono, ma è anche capace di far ravvedere gli uomini’.

Questa affermazione è sparita. Doveva trovarsi dopo ‘… tutta l’opera della grazia’ (MMS, pag. 32). La ragione di questa sparizione è perché le ADI non fanno dipendere il ravvedimento degli uomini dalla volontà di Dio ma dalla volontà degli uomini, e quindi questa frase andava eliminata. La Bibbia lo dice chiaramente che è Dio a concedere all’uomo di ravvedersi, e quindi non dipende dalla volontà dell’uomo. Leggi Atti 5:31; 11:18 e 2 Timoteo 2:25. 

 

 

14 Gennaio (Mattino) – Bisogna nascondere che il credere è opera divina e che Cristo può costringere un uomo a inginocchiarsi davanti a Lui

 

Spurgeon afferma: ‘He will carry those to heaven who believe; but he is, moreover, mighty to give men new hearts and to work faith in them. He is mighty to make the man who hates holiness love it, and to constrain the despiser of his name to bend the knee before him’.

La traduzione è: ‘Egli porterà in cielo coloro che credono; ma egli, inoltre, è potente a dare agli uomini un nuovo cuore e ad operare la fede in loro. Egli è potente a fare sì che l’uomo che odia la santità si metta ad amarla, e a costringere colui che disprezza il suo nome a piegare le ginocchia davanti a lui’.

Le ADI hanno messo così: ‘Cristo porterà in cielo coloro che credono; ma è anche in grado di donare un cuore nuovo a chi va a Lui per fede trasformandolo radicalmente. Egli può far amare la santità all’uomo che la odia, e far inginocchiare davanti a Lui colui che prima disprezzava il Suo nome’ (MMS, pag. 32).

Le ADI hanno così voluto nascondere che la fede o il credere in Cristo è l’opera di Dio nell’uomo, e poi che Cristo è potente a costringere un uomo - sì, costringere, perché il verbo ‘To costrain’ usato da Spurgeon ha proprio questo significato - a piegarsi davanti a Cristo. Non lo ha forse fatto con Saulo da Tarso? Ma purtroppo le ADI non credono che Dio può costringere un uomo a ravvedersi e credere in Cristo, infatti ripetono del continuo ‘Dio non costringe nessuno!’. Veramente scandaloso questo modo di tradurre di ADI-Media.

 

 

30 Gennaio (Sera) – Concetto sulla preservazione finale oscurato

 

Spurgeon afferma: ‘If you shall be kept from falling, it will be because you are preserved in Christ Jesus’.

La traduzione è: ‘Se ti sarà impedito di cadere, sarà perché tu sei preservato in Cristo Gesù’.

Le ADI hanno messo così: ‘Se vieni preservato dal peccato è perché vieni difeso in Cristo Gesù’ (MMS, pag. 65).

Questa manomissione si è resa ‘necessaria’ per le ADI per non far leggere che Spurgeon credeva ‘una volta salvati sempre salvati’, e che quindi un credente non può scadere dalla grazia (cosa che non può essere sostenuta biblicamente). Ma appunto perché è una manomissione è da condannare, perché comunque sia con essa si manomette il pensiero altrui.

 

 

2 Febbraio (Sera) – La scelta sovrana del Padre di eleggerci è sparita

 

Spurgeon, commentando le parole “ma queste son cose d’antica data’ (1 Cronache 4:22),  afferma: ‘Yet not so ancient as those precious things which are the delight of our souls. Let us for a moment recount them, telling them over as misers count their gold. The sovereign choice of the Father, by which he elected us unto eternal life, or ever the earth was, is a matter of vast antiquity, since no date can be conceived for it by the mind of man [….] it was in him (Jesus) that the elect were ordained unto eternal life.’

La traduzione è: ‘Eppure non così antiche come quelle cose preziose che sono la delizia delle nostre anime. Raccontiamole dettagliatamente per un momento, diciamole di nuovo come gli avari  contano il loro oro. La scelta sovrana del Padre, tramite cui egli ci ha eletti alla vita eterna, o che la terra fu mai [il significato dovrebbe essere ‘o tramite cui la terra fu creata’], è una questione di vasta antichità, dato che nessuna data può essere concepita per essa dalla mente umana […] fu in lui che gli eletti furono ordinati a vita eterna’.

Le ADI hanno messo così: ‘Eppure non così antiche come le cose preziose che rappresentano il diletto della nostra anima. Per un momento, proviamo a contarle, come gli avari contano l’oro che posseggono. Il nostro Re, un giorno ci dirà: ‘Venite, voi, i benedetti del Padre mio; eredate il regno che v’è stato preparato sin dalla fondazione del mondo’. Il piano di salvezza di Dio per noi risale all’era in cui venne creata la terra, sono questioni così antiche, che la mente umana non è in grado di concepire per esse alcuna datazione …… e fu in Lui che ci fu donata la vita eterna’ (MMS, pag. 71).

Il discorso di Spurgeon è stato stravolto, e manca all’appello questa importante frase ‘La scelta sovrana del Padre, tramite cui egli ci ha eletti alla vita eterna’. E poi la frasefu in lui che gli eletti furono ordinati a vita eterna’ è stata sostituita con ‘e fu in Lui che ci fu donata la vita eterna’ e questo per evitare a tutti i costi che i lettori possano collegare queste parole con Atti 13:48: “E tutti quelli che erano ordinati a vita eterna, credettero”. Veramente sconcertante.

 

29 Febbraio – Sparito il giorno: evidentemente per le ADI non esistono anni bisestili!

 

Le ADI hanno tolto il giorno 29 Febbraio che invece Spurgeon aveva incluso. Qualcuno forse dirà: ‘In effetti Febbraio ne ha 28!’ Sì, ma non sempre, perché negli anni bisestili che cadono ogni quattro anni, Febbraio ha 29 giorni! E Spurgeon l’aveva messo il 29 Febbraio per non far mancare le due meditazioni giornaliere anche nell’anno bisestile. Ma le ADI non si sono fatti scrupoli di sorta e l’hanno tolto.

E l’hanno tolto quel giorno anche perché una delle due meditazioni (quella della sera) parla del proponimento dell’elezione di Dio! Eccola in inglese: ‘Now we have received ... the spirit which is of God; that we might know the things that are freely given to us of God.” 1 Corinthians 2:12 - Dear reader, have you received the spirit which is of God, wrought by the Holy Ghost in your soul? The necessity of the work of the Holy Spirit in the heart may be clearly seen from this fact, that all which has been done by God the Father, and by God the Son, must be ineffectual to us, unless the Spirit shall reveal these things to our souls. What effect does the doctrine of election have upon any man until the Spirit of God enters into him? Election is a dead letter in my consciousness until the Spirit of God calls me out of darkness into marvellous light. Then through my calling, I see my election, and knowing myself to be called of God, I know myself to have been chosen in the eternal purpose. A covenant was made with the Lord Jesus Christ, by his Father; but what avails that covenant to us until the Holy Spirit brings us its blessings, and opens our hearts to receive them? There hang the blessings on the nail—Christ Jesus; but being short of stature, we cannot reach them; the Spirit of God takes them down and hands them to us, and thus they become actually ours. Covenant blessings in themselves are like the manna in the skies, far out of mortal reach, but the Spirit of God opens the windows of heaven and scatters the living bread around the camp of the spiritual Israel. Christ’s finished work is like wine stored in the wine-vat; through unbelief we can neither draw nor drink. The Holy Spirit dips our vessel into this precious wine, and then we drink; but without the Spirit we are as truly dead in sin as though the Father never had elected, and though the Son had never bought us with his blood. The Holy Spirit is absolutely necessary to our well-being. Let us walk lovingly towards him and tremble at the thought of grieving him.’

La traduzione è: ‘Ora noi abbiamo ricevuto … lo spirito che viene da Dio, affinché possiamo conoscere le cose che ci sono state donate da Dio’ 1 Corinzi 2:12 – Caro lettore, hai tu ricevuto lo spirito che viene da Dio, prodotto dallo Spirito Santo nella tua anima? La necessità dell’opera dello Spirito Santo nel cuore può essere chiaramente vista da questo fatto, che tutto quello che è stato fatto da Dio il Padre, e da Dio il Figlio, deve essere inefficace [o inutile] verso di noi, a meno che lo Spirito non rivelerà queste cose alle nostre anime. Che  effetto ha la dottrina dell’elezione sopra un qualsiasi uomo fino a che lo Spirito di Dio non entra in lui? L’elezione è una lettera morta nella mia coscienza fino a che lo Spirito di Dio non mi chiama dalle tenebre alla meravigliosa luce. Allora attraverso la mia chiamata, io vedo la mia elezione, e sapendo io stesso di essere chiamato da Dio, io stesso so di essere stato eletto nell’eterno proponimento. Un patto fu fatto con il Signore Gesù Cristo da suo Padre; ma a che ci serve quel patto fino a che lo Spirito Santo non ci porta le sue benedizioni, e ci apre il nostro cuore per riceverle? Le benedizioni stanno appese al chiodo – cioè a Cristo Gesù; ma essendo bassi di statura, noi non possiamo raggiungerle; lo Spirito di Dio le porta  giù e ce le porge, e in questa maniera esse diventano effettivamente nostre. Le benedizioni del patto in sé stesse sono come la manna nei cieli, lontane dalla portata del mortale, ma lo Spirito di Dio apre le finestre del cielo e sparge il pane vivente attorno al campo dell’Israele spirituale. L’opera finita di Cristo è come vino riposto nel tino per vino; attraverso l’incredulità noi non possiamo né attingere e neppure bere. Lo Spirito Santo immerge il nostro recipiente dentro questo prezioso vino, e allora noi beviamo; ma senza lo Spirito noi siamo veramente morti nel peccato come se il Padre non ci avesse mai eletto, e il Figlio non ci avesse mai comprato con il Suo sangue. Lo Spirito Santo è assolutamente necessario al nostro benessere. Camminiamo affettuosamente verso di lui e tremiamo al pensiero di rattristarlo’.

Ora, leggendo attentamente questa meditazione di Spurgeon, è evidente il perché il giorno 29 Febbraio è stato fatto sparire dalle ADI: perché essa confuta la dottrina delle ADI secondo cui la salvezza dipende dalla volontà o libero arbitrio dell’uomo. Hanno pensato quindi che dato che c’erano, senza il bisogno di sostituire questa meditazione con un'altra presa da un altro libro di Spurgeon (cosa che come vedremo in appresso essi hanno fatto nel caso di un'altra meditazione che concerneva l’elezione), potevano tranquillamente togliere il giorno, fiduciosi che nessun lettore italiano si sarebbe accorto della sua mancanza, perché si sa che Febbraio ha sempre 28 giorni tranne negli anni bisestili; e oltre a ciò Spurgeon mica poteva pensare anche agli anni bisestili!

Ora vi domando: ‘Come possono essere definiti gli individui che hanno agito così?’

 

 

3 Marzo (Mattino) – La censura ADI in azione: a Spurgeon viene vietato di dire: ‘Dio mi ha scelto’!

 

Spurgeon afferma: ‘Let affliction come—God has chosen me. Poverty, thou mayst stride in at my door, but God is in the house already, and he has chosen me. Sickness, thou mayst intrude, but I have a balsam ready—God has chosen me. Whatever befalls me in this vale of tears, I know that he has “chosen” me’.

La traduzione è: ‘Che l’afflizione venga – Dio mi ha scelto. Povertà, tu puoi scavalcare la mia porta, ma Dio è già nella casa, ed egli mi ha scelto. Malattia, tu puoi intrometterti, ma io ho già un balsamo – Dio mi ha scelto. Qualsiasi cosa mi accada in questa valle di lacrime, io so che egli mi ha scelto’.

Le ADI hanno messo così: ‘Che l’afflizione venga: è la volontà di Dio. Povertà, puoi scavalcare la mia porta, ma Dio è già nella mia casa, perché è la Sua volontà che si compie. Malattia, tu puoi manifestarti, ma io ho un balsamo pronto: Dio compie il Suo volere in me. Qualunque cosa mi accada in questa valle di lacrime, so che Dio è sovrano’ (MMS, pag. 128).

Complimenti agli imbroglioni, che sono riusciti a mettere al posto di ‘Dio mi ha scelto’ per ben quattro volte quattro espressioni diverse!

 

 

3 Marzo (Mattino) – Parole di conforto verso gli eletti sparite

 

Spurgeon afferma: ‘Fear not, Christian; Jesus is with thee. In all thy fiery trials, his presence is both thy comfort and safety. He will never leave one whom he has chosen for his own. “Fear not, for I am with thee,” is his sure word of promise to his chosen ones in the “furnace of affliction.”

La traduzione è: ‘Non temere, Cristiano; Gesù è con te. In mezzo a tutte le tue prove impetuose, la sua presenza è sia il tuo conforto che la tua sicurezza. Egli non lascerà mai uno che Egli ha scelto per Sé. ‘Non temere, perché io sono con te’, è la sua sicura promessa rivolta ai suoi eletti [che si trovano] nella ‘fornace dell’afflizione’.

Le ADI hanno messo così: ‘Non temere credente, Gesù è con te. In tutte le prove più dure, la Sua presenza è il tuo conforto e la tua salvezza. ‘Non temere, io sono con te’, è la Sua stabile promessa, rivolta a quanti si trovano nel ‘crogiuolo dell’afflizione’ (MMS, pag. 128).

Come potete vedere, le ADI hanno fatto sparire la frase ‘Egli non lascerà mai uno che Egli ha scelto per Sé’, e poi al posto di ‘ai suoi eletti’ hanno messo ‘a quanti’. Veramente scandaloso.

 

 

8 Marzo (Mattino) – E ‘i castighi’ diventarono ‘disciplina’

 

Spurgeon nel parlare delle tribolazioni che sono state stabilite per gli eletti, afferma: ‘Freedom from sickness and the pains of mortality was never promised them; but when their Lord drew up the charter of privileges, he included chastisements amongst the things to which they should inevitably be heirs’.

La traduzione è: ‘Ad essi non è stata mai promessa la liberazione dalla malattia e dai dolori della mortalità; ma quando il loro Signore compilò la carta dei privilegi, egli incluse i castighi tra le cose che essi avrebbero dovuto inevitabilmente ereditare’.

Le ADI hanno messo così: ‘Ad esso non fu assicurata la liberazione dalla malattia e dai dolori della vita corruttibile, ma fra le cose che avrebbe ereditato, il Signore pianificò dei privilegi insieme alla disciplina’ (MMS, pag. 138).

Ora, è evidente che il termine ‘disciplina’ è diverso da ‘castighi’: è vero che i castighi fanno parte della disciplina di Dio verso di noi, ma il termine ‘chastisments’ significa ‘castighi, punizioni’. Ma le ADI non gradiscono questo termine, e allora hanno pensato di toglierlo.

 

 

11 Marzo (Sera) – E ‘gli eletti’ diventarono ‘i perduti’, ed ‘efficacemente’ è diventato ‘effettivamente’

 

Spurgeon afferma: ‘Blessed be his name, he never relinquishes the search until the chosen are sought out effectually’.

 

La traduzione è: ‘Benedetto sia il suo nome, egli non abbandona mai la ricerca fino a che gli eletti non sono efficacemente trovati’.

Le ADI hanno messo così: ‘Benedetto sia il Suo santo nome, Egli si mette alla ricerca fino a quando i perduti non siano stati effettivamente ritrovati’ (MMS, pag. 145).

Avete notato? Le ADI hanno fatto sparire di nuovo il termine ‘eletti’, sostituendolo questa volta con ‘i perduti’ e questo per non far leggere che il Signore si è messo alla ricerca di coloro che erano stati eletti da Dio in Cristo prima della fondazione del mondo, per salvarli. Perché per le ADI il Signore vuole salvare tutti e quindi cerca tutti per salvarli. Per Spurgeon invece Dio ha decretato di salvare solo alcuni, che sono gli eletti, e quindi il Signore va alla ricerca dei suoi eletti per salvarli, e ci riuscirà perché la sua chiamata alla salvezza sarà efficace o irresistibile.

E poi notate come ‘efficacemente’ è diventato ‘effettivamente’, cosa che non si può fare perché ‘effectually’ ha solo il significato di ‘efficacemente’. Non è una cosa da poco neppure questa seconda falsificazione, perché Spurgeon credeva nella ‘chiamata efficace’, secondo cui chi è stato eletto risponderà sicuramente ‘sì’ alla chiamata. Ma per le ADI ciò non esiste, perché l’uomo è completamente libero di accettare o rifiutare la chiamata!

 

 

22 Aprile (Sera) – ‘Essere messi in grado’ diventa ‘essere in grado’

 

Spurgeon afferma: ‘Children of light may walk in darkness, but they are not therefore cast away, nay, they are now enabled to prove their adoption by trusting in their heavenly Father as hypocrites cannot do’.

La traduzione è: ‘I figli della luce possono [a volte] camminare nelle tenebre, ma essi non vengono quindi cacciati via: no, essi sono ora messi in grado di dimostrare la loro adozione confidando nel loro Padre celeste, come gli ipocriti non possono fare’.

Le ADI hanno messo così: ‘I figli della luce a volte possono camminare nelle tenebre, ma qui sono in grado di dimostrare la loro adozione, confidando nel Padre celeste, cosa che gli ipocriti non potranno mai fare’ (MMS, pag. 229).

Ecco una delle astute manomissioni che ha come fine quello di non far leggere che noi possiamo fare una cosa perchè messi in grado da Dio di fare quella cosa.

 

 

4 Maggio (Sera) – Il Cristiano ‘scelto di fra il mondo’ non va proprio bene: mettiamo ‘chiamato fuori dal mondo’

 

Spurgeon dice a riguardo del Cristiano: ‘Surely he ought to carry himself, in all his dealings, as one who is not of the multitude, but chosen out of the world, distinguished by sovereign grace, written among “the peculiar people” and who therefore cannot grovel in the dust as others, nor live after the manner of the world’s citizens’.

La traduzione è: ‘Certamente egli deve comportarsi in tutte le sue relazioni, come uno che non fa parte della moltitudine, ma che è scelto di fra il mondo, distinto dalla grazia sovrana, scritto tra ‘le persone peculiari’ e che quindi non può strisciare nella polvere come gli altri, e neppure vivere alla maniera dei cittadini del mondo’.

Le ADI hanno messo così: ‘Certamente egli deve comportarsi, in ogni contesto, non come chi si identifica nella massa, ma come uno chiamato fuori dal mondo, che si distingue per la grazia sovrana, che appartiene alla ‘generazione eletta’, e che quindi non può rotolarsi nella polvere come gli altri, né vivere secondo il modello dei cittadini di questo mondo’ (MMS, pag. 253).

 

 

5 Maggio (Mattino) – ‘Coloro che Egli ha scelto’ lo hanno fatto diventare ‘Coloro che Lo hanno scelto’: … ecco il libero arbitrio delle ADI!

 

Spurgeon afferma: ‘The whole world is God's; the heaven, even the heaven of heavens is the Lord's, and he reigneth among the children of men; but of those whom he hath chosen, whom he hath purchased to himself, he saith what he saith not of others—“My people.”

La traduzione è: ‘Il mondo intero appartiene a Dio; il cielo, anzi il cielo dei cieli è del Signore, ed egli regna tra i figli degli uomini; ma di coloro che Egli ha scelto, che lui ha comprato per sé stesso, egli dice quello che non dice di  altri – ‘Mio popolo’.

Le ADI hanno messo così: ‘Il mondo intero appartiene al Signore, ed Egli regna fra i figli degli uomini; ma per coloro che Lo hanno scelto, per coloro che Egli ha acquistato per Sé, Egli dice di essi ciò che non asserisce degli altri: ‘Mio popolo’ (MMS, pag. 254).

Ritengo che dire che questa manomissione è scandalosa è dire poco. Questi di ADI Media veramente sono insensati, perché oltre a far dire a Spurgeon una cosa che non insegnava e non pensava, vanno sfacciatamente contro la Parola di Cristo che dice: “Non siete voi che avete scelto me, ma sono io che ho scelto voi” (Giovanni 15:16). Ma d’altronde per le ADI, è l’uomo che sceglie Cristo e non il contrario, e quindi … avanti con il libero arbitrio, e che libero arbitrio! Esso arriva persino ad invertire il significato delle parole di Spurgeon! Più libero arbitrio di questo!

 

 

9 Maggio (Mattino) – La predestinazione non la sopportano proprio le ADI

 

Spurgeon afferma: ‘In the everlasting settlements of predestinating wisdom and omnipotent decree, the eye of the Lord Jesus was ever fixed on us’.

La traduzione è: ‘Nelle risoluzioni eterne della sapienza che predestina e dell’onnipotente decreto, l’occhio del Signore Gesù fu sempre fisso su di noi …’.

Le ADI hanno messo così: ‘Nell’onnipotente decreto dei patti eterni della sapienza onniscente, lo sguardo del Signor Gesù fu sempre fissato su noi’ (MMS, pag. 262).

Ora, è evidente che manca qualcosa, e cosa manca? Il termine ‘predestina’, che è stato sostituito con ‘onniscente’. Mancano anche le risoluzioni. E poi la frase è stata impostata male. Tutto per non far leggere che Spurgeon credeva nella predestinazione.

 

 

17 Maggio (Sera) – Nessuno sappia che Dio ci chiama anche ‘i suoi eletti’ … ed altre cose!

 

Spurgeon afferma: ‘But the Lord calls us not only his servants, but his chosen ones—“I have chosen thee.” We have not chosen him first, but he hath chosen us. If we be God’s servants, we were not always so; to sovereign grace the change must be ascribed. The eye of sovereignty singled us out, and the voice of unchanging grace declared, “I have loved thee with an everlasting love.” Long ere time began or space was created God had written upon his heart the names of his elect people, had predestinated them to be conformed unto the image of his Son, and ordained them heirs of all the fulness of his love, his grace, and his glory. What comfort is here! Has the Lord loved us so long, and will he yet cast us away? He knew how stiffnecked we should be; he understood that our hearts were evil, and yet he made the choice.’.

La traduzione è: ‘Ma il Signore non ci chiama solo i suoi servitori, ma anche i suoi eletti – ‘Io ti ho scelto’. Noi non abbiamo scelto lui prima, ma lui ha scelto noi. Se noi siamo i servitori di Dio, noi non fummo sempre tali: il cambiamento deve essere attribuito alla grazia sovrana. L’occhio della sovranità ci scelse, e la voce della grazia immutabile dichiarò: ‘Io ti ho amato di un amore eterno’. Molto prima che iniziasse il tempo o che lo spazio fosse creato, Dio aveva scritto sul suo cuore i nomi dei membri del suo popolo eletto, li aveva predestinati ad essere conformi all’immagine del suo Figliuolo, e li aveva ordinati eredi di tutta la pienezza del suo amore, della sua grazia, e della sua gloria. Che conforto che abbiamo qua! Il Signore ci ha amati da così tanto tempo, e ci caccerà via? Egli sapeva quanto ostinati saremmo stati; egli comprese che i nostri cuori erano malvagi, e tuttavia egli fece la scelta’.

Le ADI hanno messo così: ‘Ma il Signore, inoltre, ci rassicura dicendo: ‘T’ho scelto’. Non siamo stati noi a scegliere Lui, ma è stato Lui a scegliere noi: il cambiamento è dovuto alla grazia manifestata da Dio in Cristo Gesù, e la voce dell’immutabile grazia ha dichiarato: ‘Io ti ho amato di un amore eterno’. Prima ancora che il tempo iniziasse, o che lo spazio fosse creato, Dio aveva scritto sul Suo cuore il nome dei Suoi eletti, li aveva scelti per essere conformi all’immagine del Suo Figliuolo, e li aveva consacrati eredi della pienezza del Suo amore. Quale consolazione! Se il Signore ci ha amato da così lungo tempo come potrebbe cacciarci? Egli sapeva quanto saremo stati testardi e come il nostro cuore si sarebbe rivelato malvagio, eppure Egli ci ha amati prima della fondazione del mondo’ (MMS, pag. 279).

Le ADI hanno stravolto il discorso di Spurgeon. Notate come manca che Dio ci chiama ‘i suoi eletti’, come manca ‘prima’, e poi come manca ‘sovrana’ in riferimento alla grazia di Dio; manca pure ‘l’occhio della sovranità ci scelse’; ‘predestinati’ è diventato ‘scelti’; e ‘ordinati’ è diventato ‘consacrati’. Ed infine ‘egli fece la scelta’, è diventato ‘Egli ci ha amati prima della fondazione del mondo’. Che dire, fratelli? Qui veramente abbiamo a che fare con gente disonesta, che sa di agire in maniera disonesta.

 

 

5 Giugno (Mattino) – All’occorrenza si sostituiscono pure le porte

 

Spurgeon afferma proprio all’inizio della meditazione: ‘Noah was shut in away from all the world by the hand of divine love. The door of electing purpose interposes between us and the world which lieth in the wicked one. We are not of the world even as our Lord Jesus was not of the world’.

La traduzione è: ‘Noè fu dalla mano del divino amore chiuso dentro via da tutto il mondo. La porta del proponimento che elegge si interpone tra noi e il mondo che giace nel maligno. Noi non siamo del mondo come il nostro Signore Gesù non era del mondo’.

Le ADI hanno messo così: ‘Noè fu chiuso dentro l’arca e separato da tutto il mondo dall’amorevole mano di Dio. La porta della santificazione si frappone fra noi e il mondo che giace nel maligno. Non siamo del mondo, così come il Signore Gesù non era del mondo’ (MMS, pag. 316).

E così la porta del proponimento dell’elezione di Dio, in base al quale Dio elegge a salvezza chi vuole lui e quindi salva chi vuole Lui, è diventata nelle mani delle ADI ‘la porta della santificazione’.

Ogni commento è superfluo. Viene il vomito a vedere questo scempio!

 

 

12 Giugno  (Sera) – ‘Dio ordina a salvezza’ diventa ‘Dio chiama a salvezza’

 

Spurgeon afferma: ‘The Christian is perfectly saved in God’s purpose; God has ordained him unto salvation, and that purpose is complete’.

La traduzione è: ‘Il Cristiano è perfettamente salvato nel proponimento di Dio; Dio lo ha ordinato a salvezza, e quel proponimento è completo’.

Le ADI hanno messo così: ‘Il credente è perfettamente salvato nel proposito di Dio; Egli lo ha chiamato alla salvezza, e il Suo piano è completo’ (MMS, pag. 331).

Notate come l’essere ordinati a salvezza è diventato essere chiamati alla salvezza, e poi come il termine ‘purpose’, che significa ‘proposito, proponimento’, nel secondo caso è stato tradotto con ‘piano’ che invece in inglese è ‘plan’.

 

 

2 Luglio (Sera) – Parola d’ordine: ‘Ridurre il numero di volte che Spurgeon parla di eletti’!

 

Spurgeon, in questa sua meditazione sulla preghiera, termina dicendo: ‘We must have answers to prayer ours is an urgent case of dire necessity; surely the Lord will speak peace to our agitated minds, for he never can find it in his heart to permit his own elect to perish’.

La traduzione è: ‘Noi dobbiamo avere risposte alla preghiera, il nostro è un urgente caso di necessità disperata; sicuramente il Signore parlerà di pace alle nostre menti agitate, perché egli non può mai trovare nel suo cuore di permettere che i suoi eletti periscano’

Le ADI hanno messo così: ‘Noi dobbiamo avere risposte alle preghiere; il nostro è un caso estremamente urgente’ (MMS, pag. 371).

Avete notato? Manca all’appello l’ultima frase, e guarda caso ci sono gli eletti di mezzo!

 

 

6 Luglio (Mattino) – Omissione di ‘i Suoi propri eletti’ che fa dire a Spurgeon una cosa assurda, e ‘secondo l’elezione della grazia’ sparito

 

Spurgeon afferma: ‘When the Israelites provoked the Most High by their continued idolatry, he punished them by withholding both dew and rain, so that their land was visited by a sore famine; but while he did this, he took care that his own chosen ones should be secure. If all other brooks are dry, yet shall there be one reserved for Elijah; and when that fails, God shall still preserve for him a place of sustenance; nay, not only so, the Lord had not simply one “Elijah,” but he had a remnant according to the election of grace, who were hidden by fifties in a cave …’

La traduzione è: ‘Quando gli Israeliti provocarono l’Altissimo con la loro continua idolatria, egli li punì trattenendo sia la rugiada che la pioggia, cosicché la loro terra fu visitata da una grave carestia; ma mentre Egli fece ciò, egli si prese cura che i suoi propri eletti fossero al sicuro. Se tutti gli altri ruscelli sono secchi, pure ce ne sarà uno riservato a Elia; e quando esso mancherà, Dio preserverà ancora per lui un posto di sostentamento; no, non solo così, il Signore non aveva semplicemente un ‘Elia’, ma aveva un rimanente secondo l’elezione della grazia, che furono nascosti a cinquanta in una spelonca …’

Le ADI hanno messo così: ‘Quando gli Israeliti provocarono l’Altissimo con la loro continua idolatria, Egli li punì trattenendo sia la pioggia sia la rugiada, così nella loro terra ci fu la carestia; ma nel fare questo, Egli si preoccupò che stessero al sicuro. Se tutti gli altri ruscelli sono in secca, nondimeno ce ne sarà uno preservato per Elia, e quando esso mancherà, Dio conserverà comunque al suo servitore un luogo ove sostenersi; e oltre a questo, il Signore non aveva soltanto un ‘Elia’, ma anche un rimanente d’Israeliti fedeli, che si erano nascosti in gruppi di cinquanta in due spelonche ….’ (MMS, pag. 378).

Come potete vedere, innanzi tutto le ADI hanno tolto ‘i suoi propri eletti’, e questa omissione gli è costata molto cara, perché fanno dire a Spurgeon una cosa assurda, e cioè che Dio punì gli Israeliti e poi si preoccupò che fossero al sicuro (!!!), mentre Spurgeon dice che Dio punì gli Israeliti che si erano dati all’idolatria ma si preoccupò che i Suoi propri eletti fossero al sicuro, e quindi non tutti gli Israeliti furono al sicuro ma solo gli eletti di Dio!

In secondo luogo, ‘un rimanente secondo l’elezione della grazia’, nelle mani delle ADI è diventato ‘un rimanente d’Israeliti fedeli’! Già, così i lettori italiani non possono leggere che quei profeti di Dio che ai giorni del profeta Elia erano stati nascosti da Abdia cinquanta in una e cinquanta in un'altra spelonca (cfr. 1 Re 18:3-4) facevano parte del rimanente che Dio aveva eletto secondo il suo proponimento affinchè ricevessero da Lui grazia (ossia dei suoi propri eletti). D’altronde il concetto espresso da Spurgeon è biblicamente corretto, perché l’apostolo Paolo prendendo spunto da quel residuo esistente ai giorni di Elia che non aveva piegato il ginocchio dinnanzi a Baal, dice: “E così anche nel tempo presente, v’è un residuo secondo l’elezione della grazia” (Romani 11:5). Ma le ADI, come ho detto e ridetto, odiano il proponimento dell’elezione di Dio che dipende non dalle opere, ma dalla volontà di Colui che chiama, e quindi quando possono, prendono la loro scure e tagliano quel che c’è da tagliare.

 

 

8 Luglio (Sera) – ‘Il Signore ha ordinato di salvarti’ non piace proprio

 

Spurgeon afferma: ‘If the Lord has ordained to save you, surely he will not refuse to instruct you in his ways’.

La traduzione è: ‘Se il Signore ha ordinato di salvarti, sicuramente egli non rifiuterà di ammaestrarti nelle sue vie’.

Le ADI hanno messo così: ‘Se il Signore ti ha salvato, certamente Egli non rifiuterà di ammaestrarti nelle Sue vie’ (MMS, pag. 383)

Non c’è che dire: una abile manomissione per far scomparire il fatto che noi siamo stati salvati perché Dio ci ha ordinato a salvezza, in quanto ci ha ordinati a vita eterna (Atti 13:48).

 

 

17 Luglio (Mattino) – Quanto basta poco per cambiare il senso di una frase

 

Spurgeon afferma sul come riconoscere la propria elezione: ‘Look to Jesus and believe on him, and you shall make proof of your election directly, for so surely as thou believest, thou art elect. If you will give yourself wholly up to Christ and trust him, then you are one of God’s chosen ones’.

La traduzione è: ‘Guarda a Gesù e credi in lui, e tu proverai direttamente la tua elezione, perché così sicuramente come tu credi, tu sei eletto. Se tu ti darai completamente a Cristo e confiderai in lui, allora tu sei uno degli eletti di Dio’.

Le ADI hanno messo così: ‘Guarda a Gesù e credi in Lui, e sperimenterai direttamente la tua elezione, poiché se credi, sarai tra gli eletti. Se ti doni interamente a Cristo e confidi in Lui, allora sarai tra i Suoi scelti’ (MMS, pag. 400).

Notate come le ADI hanno stravolto il senso di quello che ha detto Spurgeon, perché mentre  Spurgeon afferma che il credere è sicuramente la prova che uno è eletto, ossia che è tra coloro che Dio ha eletto a salvezza prima della fondazione del mondo; le ADI - dato che per loro noi non siamo stati scelti individualmente prima della fondazione del mondo, ma si diventa eletti quando si crede - hanno messo che se uno crede diventerà eletto, e difatti nel modificare la frase successiva hanno messo ‘se…. allora sarai tra i Suoi scelti’. Le ADI non potevano lasciare le parole di Spurgeon così come erano, perché non si accordano con la loro falsa dottrina. E così nelle ADI penseranno che Spurgeon parlava come Toppi! Vergognoso!

 

 

17 Luglio (Mattino) – Cristo può dirti se tu fosti scelto o no perché era presente al consiglio eterno, ma le ADI ….

 

Spurgeon afferma nello spiegare come conoscere la propria elezione: ‘Christ was at the everlasting council: he can tell you whether you were chosen or not; but you cannot find it out in any other way’.

La traduzione è: ‘Cristo era [presente] al consiglio eterno: egli può dirti se tu fosti scelto o no; ma tu non puoi scoprirlo in nessuna altra maniera’.

Le ADI hanno fatto sparire questa frase, che si doveva trovare prima di ‘Vai e affidati completamente a Lui (MMS, pag. 400)

 

 

27 Luglio (Sera) – Gli eletti spariti di nuovo

 

Spurgeon afferma: ‘Every sin of the elect was laid upon the great Champion of our salvation, and by the atonement carried away’.

La traduzione è: ‘Ogni peccato degli eletti fu posto sopra il grande Campione della nostra salvezza, e dall’espiazione fu portato via’.

Le ADI hanno messo così: ‘Ogni peccato del popolo fu addebitato al grande Eroe della nostra salvezza, e fu cancellato dalla Sua espiazione’ (MMS, pag. 421)

Quindi ‘gli eletti’ sono diventati ‘il popolo’, e il verbo inglese ‘To lay upon’, che significa ‘posare sopra’, è diventato ‘addebitare’.

 

 

29 Luglio (Sera) – Intera meditazione tolta di mezzo. Sapete cosa riguarda? L’elezione

 

La meditazione è sul passo “tutto quel che il Padre mi dà, verrà a me” (Giovanni 6:37): ‘This declaration involves the doctrine of election: there are some whom the Father gave to Christ. It involves the doctrine of effectual calling: these who are given must and shall come; however stoutly they may set themselves against it, yet they shall be brought out of darkness into God’s marvellous light. It teaches us the indispensable necessity of faith; for even those who are given to Christ are not saved except they come to Jesus. Even they must come, for there is no other way to heaven but by the door, Christ Jesus. All that the Father gives to our Redeemer must come to him, therefore none can come to heaven except they come to Christ.

Oh! the power and majesty which rest in the words “shall come.” He does not say they have power to come, nor they may come if they will, but they “shall come.” The Lord Jesus doth by his messengers, his word, and his Spirit, sweetly and graciously compel men to come in that they may eat of his marriage supper; and this he does, not by any violation of the free agency of man, but by the power of his grace. I may exercise power over another man’s will, and yet that other man’s will may be perfectly free, because the constraint is exercised in a manner accordant with the laws of the human mind. Jehovah Jesus knows how, by irresistible arguments addressed to the understanding, by mighty reasons appealing to the affections, and by the mysterious influence of his Holy Spirit operating upon all the powers and passions of the soul, so to subdue the whole man, that whereas he was once rebellious, he yields cheerfully to his government, subdued by sovereign love. But how shall those be known whom God hath chosen? By this result: that they do willingly and joyfully accept Christ, and come to him with simple and unfeigned faith, resting upon him as all their salvation and all their desire. Reader, have you thus come to Jesus?’

 

La traduzione è: ‘Questa dichiarazione [“tutto quel che il Padre mi dà, verrà a me” (Giovanni 6:37)] implica la dottrina dell’elezione: ci sono alcuni che il Padre diede a Cristo. Essa implica la dottrina della chiamata efficace: questi che sono dati devono venire e verranno; non importa quanto vigorosamente essi possano mettersi contro di essa, cionondimeno essi saranno trasportati dalle tenebre nella meravigliosa luce di Dio. Essa ci insegna la necessità indispensabile della fede; perché anche coloro che sono dati a Cristo non sono salvati se non vengono a Gesù. Anch’essi devono venire, perché non c’è altra via per il cielo all’infuori della porta, Cristo Gesù. Tutto quello che il Padre dà al nostro Redentore deve venire a lui, e quindi nessuno può andare in cielo se essi non vengono a Cristo.

Oh la potenza e la maestà che riposano nelle parole ‘verrà’. Egli non dice che hanno il potere di venire, e neppure che essi possono venire se essi vogliono, ma che essi ‘verranno’. Il Signore Gesù per mezzo dei suoi messaggeri, della sua parola, del suo Spirito, dolcemente e benignamente costringe gli uomini a entrare affinché essi possano mangiare della cena del suo matrimonio; e questo egli fa, non attraverso una qualche violazione della capacità dell’uomo di agire liberamente [in inglese: free agency], ma attraverso la potenza della sua grazia. Io posso esercitare potere sulla volontà di un altro uomo, e tuttavia la volontà dell’altro uomo può essere perfettamente libera, perché la costrizione viene esercitata in una maniera concordante con le leggi della mente umana. Jehovah Gesù sa come, attraverso ragionamenti irresistibili rivolti alla ragione, attraverso potenti ragioni che fanno appello agli affetti, e attraverso l’influenza misteriosa del suo Spirito Santo che opera su tutti i poteri e le passioni dell’anima, in maniera da sottomettere l’intero uomo, che mentre una volta era ribelle, egli si arrende gioiosamente al suo governo, sottomesso dall’amore sovrano. Ma come si conosceranno coloro che Dio ha scelto? Da questo risultato: che essi volontariamente e gioiosamente accettano Cristo, e vengono a lui con una fede semplice e non finta, appoggiandosi su lui come tutta la loro salvezza e tutto il loro desiderio. Lettore, se tu venuto a Gesù in questo modo?’

Le ADI hanno omesso di tradurla, e quindi non esiste. L’hanno rimpiazzata con una meditazione sulla purezza di cuore, che fa parte di un altro libro di Spurgeon. E’ ovvio il motivo: perché essa confuta il loro insegnamento sul perché gli uomini vengono a Gesù. Che disonesti e sleali sono stati! 

 

 

30 Luglio (Sera) – ‘Una volta in Cristo, in Cristo per sempre’ scomparso

 

Spurgeon nel parlare della sicurezza che il Cristiano ha in Cristo dice: ‘Once in Christ, in Christ forever, Nothing from his love can sever.’

La traduzione è: ‘Una volta in Cristo, in Cristo per sempre, niente può separarci dal suo amore’

Le ADI hanno fatto sparire questa sua dichiarazione, che doveva trovarsi immediatamente prima di ‘Gesù disse: ‘Io do loro ….’ (MMS, pag. 427).

Spurgeon credeva nella dottrina una volta salvati sempre salvati, e difatti credeva che un credente non può scadere dalla grazia, e faceva spesso dichiarazioni in questo senso. La Bibbia insegna invece che un credente può scadere dalla grazia, ma questo non giustifica quello che hanno fatto le ADI togliendo queste sue parole, perché fanno parte del pensiero di Spurgeon e devono quindi rimanere nella traduzione in italiano.

 

 

2 Agosto (Mattino) – I vasi di misericordia scelti da Dio sono spariti

 

Spurgeon termina la sua meditazione dicendo: ‘At the last it shall be clearly seen that in every chosen vessel of mercy, Jehovah did as he willed with his own; and that in every part of the work of grace he accomplished his purpose, and glorified his own name’.

La traduzione è: ‘Alla fine sarà chiaramente visto che in ognuno dei vasi di misericordia scelti, Jehovah ha agito come ha voluto agire con i Suoi; e che in ogni parte dell’opera della grazia, Egli ha adempiuto il suo proponimento, e glorificato il suo proprio nome’.

Le ADI hanno fatto sparire queste affermazioni non traducendole (MMS, pag. 432). Troppo pericolose!

 

 

2 Agosto (Mattino) – Un solo passero non cade a terra senza che Dio lo sappia?

 

Spurgeon afferma: ‘Look at Providence! Who knoweth not that not a sparrow falleth to the ground without your Father?’

 

La traduzione è: ‘Guarda alla Provvidenza! Chi non sa che neppure un passero cade a terra senza vostro Padre?’

Le ADI hanno messo così: ‘Considerate la Provvidenza! Sappiamo che nemmeno un passero cade al suolo senza che lo sappia il Padre celeste’ (MMS, pag. 432).

Guardate che ‘coincidenza’: Spurgeon qua intende dire che non cade un solo passero a terra senza il decreto di Dio, infatti nel suo sermone intitolato: ‘Forte fede in un fedele Dio’, egli dice: ‘Gettate tutto su di lui che conta i capelli del vostro capo, e non permette ad un singolo passero di cadere a terra senza il Suo decreto’ (‘Cast all on him who numbers the hairs of your head, and suffers not a sparrow to fall to the ground without his decree’); ma le ADI gli fanno dire una cosa molto diversa!

Da: http://www.iclnet.org/p b/resources/text/history/spurgeon/web/ss-0009.html

E poi, guardate quest’altra ‘coincidenza’: sia la Diodati, che la Nuova Riveduta, che la Nuova Diodati, in Matteo 10:29 traducono che un solo passero non cade a terra “senza il volere del Padre vostro”. Mentre la Riveduta traduce “senza del Padre vostro”. Ma le ADI hanno pensato di mettere ‘ … senza che lo sappia il Padre celeste’!

D’altronde, le ADI non credono che quando un passero cade a terra, cade per volontà di Dio, o per decreto di Dio; come ci credeva Spurgeon! E allora hanno ‘scelto’ di tradurre quella frase in quella maniera! Non potevano mettere neppure come traduce la Riveduta, per evitare che qualcuno leggesse in quelle parole di Spurgeon un altro eventuale decreto di Dio! Avevano quattro Bibbie italiane usate in ambito evangelico, ma nessuna di esse gli andava bene! Giudicate voi.

E inoltre: avete capito quindi perché hanno messo ‘senza che lo sappia il Padre celeste’? Per far credere che Dio sa innanzi che il passero cadrà, ma esso non cade per la Sua volontà! Niente predeterminazione dunque, ma solo preconoscenza! Siamo alle solite!

 

 

4 Agosto (Sera) – Pure i castighi di Dio vengono fatti sparire

 

Spurgeon afferma: ‘When blight and mildew come they are chastisements from heaven, and men must learn to bear the rod, and him that hath appointed it’.

La traduzione è: ‘Quando vengono la ruggine e il carbonchio, essi sono dei castighi dal cielo, e gli uomini devono imparare a sopportare la verga [o la punizione], e colui che l’ha stabilita’.

Le ADI hanno messo così: ‘Quando la ruggine e il carbonchio sopraggiungono, gli uomini devono imparare ad invocare Colui che solo può salvare’ (MMS, pag. 437).

Perché le ADI se la prendono pure con i castighi di Dio? Perché per le ADI le calamità naturali non sono castighi di Dio, e difatti parlano di esse come di ‘eventi naturali’ o ‘eventi infausti’, ma mai come di castighi di Dio come invece insegna la Bibbia e come insegnava Spurgeon.

Avete notato poi che mentre per Spurgeon in questi casi gli uomini devono imparare a sopportare la verga e Dio che la usa, per le ADI devono imparare a fare un'altra cosa? Ditemi voi se quelli che fanno queste manomissioni non meritano i castighi dal cielo!

 

 

17 Agosto (Mattino) – ‘Essere condannati al fuoco eterno’ è diventato ‘ricevere la punizione eterna’

 

Spurgeon afferma: ‘There was no right on the sinner’s part to the kind consideration of the Most High; had the rebel been doomed at once to eternal fire he would have richly merited the doom’.

La traduzione è: ‘Dalla parte del peccatore non c’era nessun diritto alla benevola considerazione dell’Altissimo; se il ribelle fosse stato condannato subito al fuoco eterno egli avrebbe abbondantemente meritato la condanna …’.

Le ADI hanno messo così: ‘Il peccatore non aveva alcun diritto di essere considerato dall’Altissimo in modo così amorevole; se il ribelle avesse ricevuto subito la punizione eterna, egli l’avrebbe ampiamente meritata …’ (MMS, pag. 462).

E’ evidente che in questa maniera le ADI hanno addolcito il linguaggio di Spurgeon, mettendo una espressione che Spurgeon non ha pronunciato. D’altronde il fuoco per le ADI non esiste nell’aldilà per i peccatori, e poi i peccatori non devono spaventarsi! Quindi hanno detto ‘Ma chi ce lo fa fare a tradurre questa frase correttamente?’

E’ sconcertante vedere con quale sfacciataggine quelli di ADI-Media manomettono le parole di Spurgeon!

 

 

8 Settembre (Sera) – Oscurato Spurgeon che parla contro la presunta superiorità di disposizione

 

Spurgeon afferma: ‘What shall we say of those who think that conversion is wrought by the free will of man, and is due to his own betterness of disposition?’

La traduzione è: ‘Che diremo di coloro che pensano che la conversione è operata dalla libera volontà dell’uomo, ed è dovuta alla sua superiorità di disposizione?’.

Le ADI hanno messo così: ‘Cosa potremo dire di coloro che pensano che la conversione sia opera della libera volontà dell’uomo, e sia dovuta alla sua posizione di superiorità rispetto agli altri essere viventi?’ (MMS, pag. 507).

Perché le ADI hanno messo ‘la sua posizione di superiorità’ invece che ‘la sua superiorità di disposizione’ contro la quale era schierato Spurgeon? Semplice, perché le ADI credono e insegnano appunto che la conversione avvenga in un uomo perché è disposto meglio degli altri che non si convertono, e quindi che la conversione dipenda da una sua superiorità di disposizione.

Quanto ci è voluto poco per nascondere ai fratelli quello che pensava veramente Spurgeon!

 

 

14 Settembre (Sera) – Il ravvedimento e la confessione non meritano misericordia? Nessun problema, si fanno sparire!

 

Spurgeon afferma: ‘See the value of a grace-wrought confession of sin! It is to be prized above all price, for in every case where there is a genuine, gracious confession, mercy is freely given, not because the repentance and confession deserve mercy, but for Christ's sake’.

La traduzione è: ‘Guardate il valore della confessione del peccato operata dalla grazia! Essa deve essere valutata inestimabile, perché in ogni caso dove c’è una genuina e buona confessione, viene data gratuitamente misericordia, non perché il ravvedimento e la confessione meritano misericordia, ma per amore di Cristo’.

Le ADI hanno messo così: ‘Considerate il valore della confessione del peccato operata dalla grazia! Essa è da stimare sopra ogni altra cosa, poiché dove c’è una sincera e buona confessione, la grazia viene largita gratuitamente, per amore di Gesù’ (MMS, pag. 519).

Vi domanderete come mai le ADI hanno fatto sparire ‘non perché il ravvedimento e la confessione meritano misericordia’. Bene, perché per le ADI essi meritano misericordia, e non potevano dunque tradurre qualcosa che andava contro la loro convinzione sbagliata! Così funziona il libero arbitrio delle ADI!

 

 

1 Ottobre (Mattino) – Affermazione sul ravvedimento sparita

 

Spurgeon afferma: ‘Old sins we must regret, but then we have had repentances which he has given us, by which we have wept our way to the cross, and learned the merit of his blood’.

La traduzione è: ‘Noi dobbiamo rammaricarci dei vecchi peccati, ma poi noi abbiamo avuto ravvedimenti che Egli ci ha dato, per mezzo dei quali noi abbiamo pianto sulla nostra strada verso la croce, ed imparato il valore del suo sangue’.

Le ADI hanno messo così: ‘Ci rattristiamo per i vecchi peccati, ma a quel tempo confessammo i nostri errori ed Egli indirizzò nuovamente il nostro cammino alla croce e ci fece comprendere il valore del Suo sangue’ (MMS, pag. 552).

Come potete vedere, le ADI in maniera molto astuta sono riuscite a far scomparire un concetto biblico che Spurgeon sosteneva molto, e cioè che il ravvedimento è Dio a concederlo.

 

 

1 Ottobre (Sera) – Niente grazia ai Suoi eletti!

 

Spurgeon afferma: ‘He gives grace to his elect because he wills it, to his redeemed because of his covenant, to the called because of his promise, to believers because they seek it, to sinners because they need it’.

La traduzione è: ‘Egli dà grazia ai suoi eletti perché lo vuole, ai suoi redenti a motivo del suo patto, ai chiamati a causa della sua promessa, ai credenti perché la ricercano, ai peccatori perché ne hanno bisogno’.

Le ADI hanno messo così: ‘Egli dà grazia ai Suoi redenti, a motivo del Suo patto, ai chiamati, in virtù della Sua promessa, ai credenti, perché essi la ricercano, ai peccatori, perché ne hanno bisogno’ (MMS, pag. 553).

Avete notato che secondo le ADI, Dio dà grazia ai suoi redenti, ai chiamati, ai credenti, e ai peccatori, ma non agli ELETTI? Come mai è sparita la grazia agli eletti? Che domanda è questa? E’ ovvio, perché si chiamano eletti, e poi perché Spurgeon dice che la grazia gli viene data perché lo vuole Dio, e quindi non dipende dalla volontà del ricevente ma dalla volontà del donatore. E’ veramente scandaloso quello che hanno fatto le ADI!

 

 

28 Ottobre (Mattino) – L’alta dottrina dell’elezione scomparsa: fa paura

 

Spurgeon afferma proprio all’inizio commentando le parole di Gesù “io vi ho scelti di mezzo al mondo” (Giovanni 15:19): ‘Here is distinguishing grace and discriminating regard; for some are made the special objects of divine affection. Do not be afraid to dwell upon this high doctrine of election. When your mind is most heavy and depressed, you will find it to be a bottle of richest cordial’.

La traduzione è: ‘Qui c’è una grazia distinta e un riguardo discriminante: perché alcuni sono fatti l’oggetto speciale dell’affetto divino. Non avere paura di soffermarti su questa alta [o importante] dottrina dell’elezione. Quando la tua mente è maggiormente pesante e depressa, tu troverai che essa sarà una bottiglia del cordiale più ricco’

Le ADI hanno messo così: ‘Qui c’è una grazia che rivela come i credenti sono l’oggetto speciale dell’affetto divino. Quando il tuo spirito è pesante e oppresso, troverai che essa sarà come un balsamo sulle tue ferite’ (MMS, pag. 606).

Ancora una volta le ADI hanno manomesso le parole di Spurgeon, per distogliere i credenti dalla dottrina dell’elezione: la cosa è molto evidente. Veramente scandaloso questo modo di tradurre!

 

 

8 Novembre (Sera) – Parte sugli eletti e i non eletti sparita

 

Spurgeon afferma: ‘In like manner it is still discovered who are the Lord’s chosen, and who are not; for when the gospel comes to some, they fight against it, and will not have it, but where men receive it, welcoming it, this is a sure indication that there is a secret work going on in the soul, and that God has chosen them unto eternal life’.

La traduzione è: ‘Similmente è ancora scoperto coloro che sono gli eletti del Signore, e coloro che non lo sono; perché quando il vangelo giunge ad alcuni, essi combattono contro di esso, e non lo avranno, ma dove gli uomini lo ricevono, accogliendolo, questa è una indicazione sicura che c’è una opera segreta che sta andando avanti nell’anima, e che Dio li ha scelti a vita eterna’.

Questa parte manca. Doveva trovarsi tra ‘…. ospitare il Redentore’ e ‘e tu caro lettore’ (MMS, pag. 629).

La ragione di questa omissione è sempre la stessa: le ADI odiano la dottrina biblica dell’elezione. Porteranno la pena della loro stoltezza.

 

 

13 Novembre (Sera) - Sono sparite le tenebre del Cattolicesimo  ovviamente dal libro

 

Spurgeon afferma: ‘If we kept up prayer-meetings four-and-twenty hours in the day, all the days in the year, we might never be without a special subject for supplication. Are we ever without the sick and the poor, the afflicted and the wavering? Are we ever without those who seek the conversion of relatives, the reclaiming of back-sliders, or the salvation of the depraved? Nay, with congregations constantly gathering, with ministers always preaching, with millions of sinners lying dead in trespasses and sins; in a country over which the darkness of Romanism is certainly descending; in a world full of idols, cruelties, devilries, if the church doth not pray, how shall she excuse her base neglect of the commission of her loving Lord? Let the church be constant in supplication, let every private believer cast his mite of prayer into the treasury.’

La traduzione è: ‘Se noi tenessimo delle riunioni di preghiera ventiquattro ore al giorno, per tutti i giorni dell’anno, noi non potremmo mai essere senza uno speciale soggetto di preghiera. Siamo mai senza i malati e i poveri, gli afflitti e i titubanti? Siamo mai senza coloro che ricercano la conversione dei parenti, la restituzione degli sviati, o la salvezza dei depravati? No, con congregazioni che si radunano costantemente, con pastori sempre a predicare, con milioni di peccatori che giacciono morti nelle trasgressioni e nei peccati; in una nazione su cui le tenebre del Cattolicesimo stanno certamente discendendo; in un mondo pieno di idoli, crudeltà, diavolerie, se la chiesa non prega, come scuserà la sua indegna negligenza della commissione del suo affettuoso Signore? Che la chiesa sia costante nella supplicazione, che ogni privato credente lanci il suo soldino della preghiera nel tesoro’.

Le ADI hanno messo così: ‘Se tenessimo riunioni di preghiera ventiquattro ore al giorno durante tutto l’anno, non rimarremmo mai senza un soggetto di preghiera particolare. Siamo mai senza i malati o i poveri, senza gli afflitti e i derelitti? Non abbiamo sempre parenti senza il Signore, credenti tiepidi oramai lontani da Lui, depravati bisognosi di riscatto? Con milioni di peccatori che muoiono nell’errore, in paesi corrotti, in un mondo pieno di idoli, di crudeltà, di diavolerie, se la chiesa non prega, come potrà scusarsi per aver trascurato la missione affidatale dal Signore? La chiesa deve pregare continuamente, ogni credente deve gettare il suo ‘spicciolo’ di preghiera nella cassa delle offerte’ (MMS, pag. 639).

L’omissione delle parole ‘in una nazione su cui le tenebre del Cattolicesimo stanno certamente discendendo’ è indicativa di come si sono ridotte miseramente le ADI: hanno paura di menzionare la Chiesa Cattolica Romana e di chiamare le sue dottrine tenebre! Spurgeon, invece, come vedete, questa paura non l’aveva: ma Spurgeon era Spurgeon, le ADI sono le ADI!

 

 

15 Novembre (Mattino) -  Le volpi in azione per nascondere l’elezione individuale

 

Spurgeon, all’inizio di questa meditazione, afferma a proposito di coloro che fanno parte del popolo di Dio: ‘How are they his? By his own sovereign choice. He chose them, and set his love upon them. This he did altogether apart from any goodness in them at the time, or any goodness which he foresaw in them. He had mercy on whom he would have mercy, and ordained a chosen company unto eternal life; thus, therefore, are they his by his unconstrained election’.

La traduzione è: ‘Come sono essi suoi? Per la sua scelta sovrana. Egli li scelse, e pose il suo amore su di loro. Questo egli lo fece assieme a prescindere da qualsiasi bontà in loro a quel tempo, o da qualsiasi bontà che egli previde in essi. Egli fece misericordia a coloro a cui volle fare misericordia, e ordinò una compagnia scelta a vita eterna; in questo modo, quindi, essi sono suoi per la Sua libera elezione’.

Le ADI hanno messo così: ‘In che modo è diventato Suo? Grazie alla scelta sovrana operata da Dio nei suoi riguardi. Egli lo scelse tra gli altri popoli, e gli concesse il Suo amore. Il Signore lo fece anche se a quel tempo non poteva scorgere in esso nessuna forma di bontà, né poteva attenderla in futuro. Ebbe pietà di chi volle avere misericordia, e lo stabilì come un popolo eletto in vista della vita eterna. Così divenne Suo popolo’ (MMS, pag. 642).

Qui le manomissioni sono diverse:

1) hanno cambiato ‘essi’ con ‘esso’, perché mentre Spurgeon parla di coloro che fanno parte del suo popolo, le ADI hanno arbitrariamente messo o fatto intendere ‘suo popolo’. Perché questo? Perché loro quando parlano – quasi mai lo fanno - di predestinazione o di scelta da parte di Dio non intendono una predestinazione o scelta personale di individui, ma la predestinazione o la scelta di un popolo. E’ chiaro che è assurdo quello che dicono perché un popolo è fatto di individui, e quindi la predestinazione o l’elezione non può non essere individuale, e questo Spurgeon nel suo sermone ‘L’elezione’ lo ribadisce. Quindi questo cambiamento ha il fine di non far leggere che Spurgeon credeva in una predestinazione o scelta individuale.

2) Hanno messo ‘Egli lo scelse tra gli altri popoli’, quando Spurgeon stava parlando della scelta da parte di Dio di singoli individui tra altri individui infatti dice ‘Egli li scelse’, e questo lo hanno dovuto fare per supportare la manomissione iniziale. Ma è evidente dal contesto che il discorso di Spurgeon è lineare, mentre le ADI lo hanno contorto.

3) ‘o da qualsiasi bontà che egli previde in essi’ è diventato ‘né poteva attenderla in futuro’, e questo perché le ADI insegnano che Dio  ci ha salvati perché previde che noi avremmo creduto, cosa che Spurgeon rigettava categoricamente.

4) ‘e ordinò una compagnia scelta a vita eterna’ è diventato ‘e lo stabilì come un popolo eletto in vista della vita eterna’, per nascondere ancora una volta il fatto che secondo Spurgeon, e soprattutto secondo la Parola di  Dio, noi individualmente siamo stati ordinati da Dio a vita eterna, secondo che è scritto: ‘E tutti coloro che erano ordinati a vita eterna, credettero” (Atti 13:48).

5) ‘essi sono suoi per la Sua libera elezione’ è stato sostituito con ‘così divenne Suo popolo’.

Ancora una volta le volpi hanno colpito quello che doveva essere colpito! State attenti però che se non vi ravvedete, Dio colpirà voi come meritate.

 

 

16 Novembre (Mattino) – ‘L’amore che elegge’ e lode a Dio per averci eletti spariti

 

Spurgeon afferma: ‘It is true that the Lord must first choose our inheritance for us, or else we shall never choose it for ourselves; but if we are really called according to the purpose of electing love, we can sing— “Lov'd of my God for him again With love intense I burn; Chosen of him ere time began, I choose him in return.”

La traduzione è: ‘E’ vero che il Signore deve prima scegliere la nostra eredità per noi, o altrimenti noi non la sceglieremo mai per noi stessi; ma se noi siamo realmente chiamati secondo il proponimento dell’amore che elegge, noi possiamo cantare ‘Amato dal mio Dio, per lui ancora con amore intenso io ardo; scelto da lui prima che il tempo iniziasse, io in cambio l’ho scelto’.

Le ADI hanno messo così: ‘E’ vero che è stato il Signore che ci ha scelti per primi come Sua eredità, diversamente non avremmo potuto sceglierLo da soli; ma se siamo davvero stati chiamati secondo il Suo proponimento, possiamo cantare le nostre lodi a Lui’ (MMS, pag. 644).

Innanzi tutto notate come le ADI hanno cambiato il tempo di alcuni verbi, e poi che mentre Spurgeon parla della scelta della nostra eredità fatta da Dio per noi, le ADI hanno messo che Dio ha scelto noi come sua eredità e difatti poi parlano del fatto che noi abbiamo scelto Lui. Che confusione che hanno fatto!

Notate poi che sono spariti ‘l’amore che elegge’ e la lode citata da Spurgeon. Il motivo è che l’elezione proprio non piace alle ADI.

 

 

18 Novembre (Mattina) – ‘Gli eletti di Dio’ sono diventati ‘i riscattati’

 

Spurgeon afferma: ‘The chosen of God were separated in the eternal decree; they were separated by God in the day of redemption …’

La traduzione è: ‘Gli eletti di Dio furono separati nell’eterno decreto; essi furono separati da Dio nel giorno della redenzione …’

Le ADI hanno messo così: ‘I riscattati furono separati nel decreto eterno, Dio li appartò nel giorno della redenzione …’ (MMS, pag. 648).

Non c’è niente da fare, le ADI sono allergiche alla dottrina dell’elezione.

 

 

24 Novembre (Mattino) – ‘I giorni antichi dell’elezione’ diventano ‘i giorni antichi’

 

Spurgeon afferma: ‘Our glorious Lord is to us a place of heavenly merchandise. Through our Redeemer we have commerce with the past; the wealth of Calvary, the treasures of the covenant, the riches of the ancient days of election, the stores of eternity, all come to us down the broad stream of our gracious Lord’.

La traduzione è: ‘Il nostro glorioso Signore è per noi un luogo di mercanzia celeste. Attraverso il nostro Redentore noi commerciamo con il passato; il benessere del Calvario, i tesori del patto, le ricchezze degli antichi giorni dell’elezione, i magazzini dell’eternità, vengono tutti a noi attraverso il largo corso d’acqua del nostro benigno Signore’.

Le ADI hanno messo così: ‘Il nostro Signore glorioso è per noi un luogo di mercanzia celeste. Attraverso il nostro Redentore noi commerciamo con il passato: il benessere del Calvario, i tesori del patto, le ricchezze dei giorni antichi, i depositi dell’eternità, tutto viene a noi attraverso il grande fiume del nostro Signore misericordioso’ (MMS, pag. 660)

 

 

25 Novembre (Sera) – ‘La dottrina dell’elezione’ diventa ‘la dottrina della grazia’

 

Spurgeon termina la sua meditazione dicendo: ‘How shall those who are the subjects of divine election sufficiently adore the grace of God? They have no room for boasting, for sovereignty most effectually excludes it. The Lord’s will alone is glorified, and the very notion of human merit is cast out to everlasting contempt. There is no more humbling doctrine in Scripture than that of election, none more promotive of gratitude, and, consequently, none more sanctifying. Believers should not be afraid of it, but adoringly rejoice in it’.

La traduzione è: ‘Come adoreranno sufficientemente la grazia di Dio coloro che sono l’oggetto dell’elezione divina? Essi non hanno spazio per vantarsi, perché la sovranità lo esclude nella maniera più efficace. Solo la volontà del Signore è glorificata, e la sola nozione del merito umano è gettato via nel disprezzo eterno. Nella Scrittura non c’è una dottrina che umilia più di quella dell’elezione, nessuna dottrina maggiormente promotrice di gratitudine, e conseguentemente, nessuna dottrina più santificante. I credenti non dovrebbero avere paura di essa, ma rallegrasi in essa con venerazione’

Le ADI hanno messo così: ‘Come potranno coloro che sono oggetto della grazia divina adorare a sufficienza il Salvatore? Non hanno ragione di vantarsi, poiché la salvezza appartiene all’Eterno, la Sua volontà è glorificata. I meriti umani non possono nulla. Non c’è nella Scrittura una dottrina più ‘umiliante’ di quella della grazia, nessuna suscita maggiore gratitudine, nessuna è più santificante’ (MMS, pag. 663)

Avete notato? Le ADI hanno messo che noi siamo oggetto della grazia divina invece che dell’elezione divina, e poi hanno sostituito ‘la sovranità lo esclude nella maniera più efficace’ con ‘la salvezza appartiene all’Eterno’, e poi hanno sostituito ‘la dottrina dell’elezione’ con ‘la dottrina della grazia’. Ed infine hanno fatto sparire ‘I credenti non dovrebbero avere paura di essa, ma rallegrasi in essa con venerazione’, perché le ADI insegnano ai credenti ad avere paura di essa e a disprezzarla.

Che dire? E’ una vergogna.

 

 

4 Dicembre (Mattino) – Un popolo eletto? No, semplicemente ‘un popolo’. E il decreto della predestinazione scompare

 

Spurgeon afferma: ‘This should be a great encouragement to try to do good, since God has among the vilest of the vile, the most reprobate, the most debauched and drunken, an elect people who must be saved. When you take the Word to them, you do so because God has ordained you to be the messenger of life to their souls, and they must receive it, for so the decree of predestination runs.’.

La traduzione è: ‘Questo dovrebbe essere un grande incoraggiamento per cercare di fare del bene, dato che Dio ha tra i più vili dei vili, tra i più reprobi, tra i più dissoluti e i più ubriachi, un popolo eletto che deve essere salvato. Quando tu porti loro la Parola, tu fai così perché Dio ha ordinato che tu sia il messaggero di vita per le loro anime, ed essi la devono ricevere, perché così va [o funziona] il decreto della predestinazione’.

Le ADI hanno messo così: ‘Questo dovrebbe essere un grande incoraggiamento per cercare di fare il bene, poiché tra i più perversi, tra i più reprobi, i più dissoluti e beoni, Dio possiede un popolo che deve essere salvato per la potenza dell’Evangelo. Quando porti loro la Parola, lo fai perché Dio ti ha comandato di essere per loro un messaggero di vita, ed essi devono riceverla, questo è ciò che Egli ha stabilito’ (MMS, pag. 680).

E’ stata tolta una piccola parola, cioè ‘eletto’, ma con un grande significato. Ma le ADI questa parola la detestano, perché detestano la dottrina dell’elezione. Mentre è stata aggiunta la frase ‘per la potenza dell’Evangelo’. E poi le ADI hanno fatto sparire il decreto della predestinazione, perché così va o funziona il libero arbitrio delle ADI!

 

 

7 Dicembre (Mattino) – Non c’è niente da fare, l’elezione deve scomparire

 

Spurgeon afferma: ‘Electing love has selected some of the worst to be made the best. Pebbles of the brook grace turns into jewels for the crown-royal. Worthless dross he transforms into pure gold. Redeeming love has set apart many of the worst of mankind to be the reward of the Saviour’s passion. Effectual grace calls forth many of the vilest of the vile to sit at the table of mercy, and therefore let none despair’.

La traduzione è: ‘L’amore che elegge ha selezionato [o scelto] alcuni dei peggiori per farli i migliori. Ciottoli del torrente la grazia li trasforma in gioielli per la corona reale. Rifiuti senza valore egli li trasforma in puro oro. L’amore che redime ha appartato molti dei peggiori individui dell’umanità per essere la ricompensa della passione del Salvatore. La grazia efficace chiama molti dei più vili tra i vili a sedersi alla tavola della misericordia, e quindi che nessuno  disperi’.

Le ADI hanno messo così: ‘L’amore di Dio ha chiamato persino i peggiori peccatori per renderli i migliori. Le ruvide pietruzze di un ruscello, possono essere trasformate, per grazia, in oro puro.  L’amore che riscatta ha salvato molti della parte peggiore dell’umanità, trasformandoli nella ricompensa per la passione del Salvatore. La vera grazia chiama i più indegni a sedersi al tavolo della misericordia, quindi nessuno disperi’ (MMS, pag. 686).

Avete notato quante cose hanno cambiato le ADI? E tutti questi cambiamenti per nascondere la dottrina dell’elezione agli occhi dei lettori. Che disonestà e slealtà!

 

 

18 Dicembre (Mattino) – ‘Gli eletti di Dio’ sono diventati ‘i chiamati da Dio’

 

Spurgeon afferma: ‘It is powerfully humiliating, and completely sin-purging; but then it is sweetly preparative for those gracious consolations which proud unhumbled spirits are unable to receive; and it is distinctly discriminating, for it belongs to the elect of God, and to them alone’.

La traduzione è: ‘E’ [lo stracciarsi il cuore] potentemente umiliante, e purifica completamente dal peccato; ma poi prepara dolcemente per quelle benigne consolazioni che gli spiriti orgogliosi non umiliati non sono capaci di ricevere; ed è distintamente discriminante perché appartiene agli eletti di Dio, e a loro soltanto’.

Le ADI hanno messo così: ‘E’ un sentimento fortemente umiliante e che purifica completamente dal peccato, ma prepara dolcemente quelle misericordiose consolazioni che gli orgogliosi non possono ricevere, ed è nettamente discriminante, poiché riguarda i chiamati da Dio, e loro soltanto’ (MMS, pag. 708).

 

 

24 Dicembre (Sera) – Il ‘Cattolicesimo’ è diventato ‘la chiesa istituzionalizzata’, e la mezzaluna di Maometto ‘il gretto estremismo religioso’

 

Spurgeon afferma: ‘We anticipate the happy day when the whole world shall be converted to Christ; when the gods of the heathen shall be cast to the moles and the bats; when Romanism shall be exploded, and the crescent of Mohammed shall wane, never again to cast its baleful rays upon the nations; when kings shall bow down before the Prince of Peace, and all nations shall call their Redeemer blessed’.

La traduzione è: ‘Noi anticipiamo [o prevediamo o pregustiamo] il felice giorno quando il mondo intero sarà convertito a Cristo; quando gli dèi dei pagani saranno gettati alle talpe e ai pipistrelli; quando il Cattolicesimo [o Romanismo] sarà demolito, e la mezzaluna di Maometto calerà, per non lanciare più i suoi raggi funesti sulle nazioni; quando i re si prostreranno davanti al Principe della Pace, e tutte le nazioni chiameranno benedetto il loro Redentore’.

Le ADI hanno messo così: ‘Noi pregustiamo il giorno beato in cui il mondo intero sarà convertito a Cristo, quando gli dèi pagani saranno tutti distrutti, quando le dottrine della chiesa istituzionalizzata saranno rigettate e il gretto estremismo religioso non manderà più i suoi raggi infausti sulle nazioni, quando i re si chineranno davanti al Principe di Pace e tutte le nazioni chiameranno benedetto il loro Redentore’ (MMS, pag. 721).

Che dire? Una vera e propria vergogna tradurre in questa maniera delle espressioni così chiare e traducibili dette da Spurgeon.

Ma d’altronde le ADI si sono alleate con lo stato italiano, che è sostanzialmente uno stato cattolico romano, e quindi preferiscono non esporsi più di tanto contro le eresie del cattolicesimo, per non irritare i cattolici romani che potrebbero sentirsi offesi! Peraltro mettendo ‘le dottrine della chiesa istituzionalizzata’, chi legge può pensare che Spurgeon si riferiva alla Chiesa Anglicana d’Inghilterra, che era ai suoi giorni la ‘chiesa istituzionalizzata’, e non alla Chiesa Cattolica Romana.

E poi ci sono pure i Mussulmani che potrebbero offendersi nel leggere che la mezzaluna di Maometto calerà, e quindi anche qui le ADI hanno preferito cambiare mettendo ‘il gretto estremismo religioso’, che peraltro esiste non solo tra i Mussulmani ma anche tra gli Induisti e i Buddisti, e quindi le ADI hanno messo un concetto generico mentre Spurgeon aveva messo un termine ben specifico che si riferisce alla religione dei Mussulmani.

‘Non vogliamo fare polemiche con le altre religioni!’ ci diranno le ADI. Ma se voi non volete fare polemica, fatela fare almeno a Spurgeon! Ma nemmeno a lui volete fargliela fare la polemica! Siete veramente una vergogna per il Vangelo. Paurosi, furbi, imbroglioni, che non siete altro voi di ADI-Media, ecco ancora una volta davanti a tutti il risultato del vostro libero arbitrio! Ma non vi vergognate? Ma la vostra coscienza che vi dice?

 

 

Indietro